La tua casa al mare: come arredarla


Photo by nostra pagina Pinterest


Chi ama il mare sa che ne ha nostalgia, dopo un po’ che non lo si vede, ne sente la mancanza: l’azzurro, il blu, il verde quando c’è il sole o il grigio plumbeo durante le giornate di pioggia; lo sciacquio delle onde, sempre lo stesso da millenni; la libertà dello sguardo che si spinge all'orizzonte percependo la promessa di qualcosa più in là; la soggezione e la meraviglia che, a tratti, la sua profondità suscita nel cuore facendoti mancare il respiro.

La cosa più bella? Avere a disposizione una casa al mare per trascorrervi le vacanze o fuggire per un weekend, quando si riesce durante l’anno, e tornare a guardarlo, ascoltarlo e respirarne il profumo: un luogo privato, personale e di totale relax da cui ammirare il sole che buca l’orizzonte e incendia il cielo di arancio o la luna che getta il suo ponte di luce sul mare.

Photo by nostra pagina Pinterest


Una casa al mare è il desiderio di molti e rappresenta un investimento sicuro se si tratta della seconda casa.

Una casa con vista mare è un bisogno legato al benessere che la presenza del mare genera come risposta allo stress, un punto fisso di azzurro che permanga visibile in modo naturale e non invasivo.

Da un punto di vista scientifico questo strano bisogno della presenza di un orizzonte blu, saldo nel nostro campo visivo, è motivato dal fatto che il sale dell’acqua marina stabilizza i livelli di melatonina, triptamina e serotonina del cervello, incrementando il senso di benessere generale e la resilienza ai piccoli e grandi problemi del nostro quotidiano: l’aria salmastra si diffonde fino a 5/6 chilometri lontano dalla costa ed è quindi presente nei giardini, terrazze e balconi delle nostre case al mare. Anche i minerali presenti nell'aria aiutano a ridurre lo stress e il senso di stanchezza. Inoltre, gli ioni negativi tipici delle zone marine diminuiscono lo stato di allerta e hanno le proprietà di vero e proprio valium naturale, aiutati dal rumore delle onde che entra in risonanza con le onde cerebrali e induce un vero e proprio stato di rilassamento.

Una residenza sul mare rappresenta una soluzione ideale per le singole persone e per la famiglia, ma anche per gruppi di lavoro creativi o di team building, ossia situazioni che richiedono una riduzione dello stress e una migliore concentrazione.

Rappresenta un investimento sicuro e redditizio nel caso in cui si volesse affittare, anche con formule semplici e per brevi periodi, così da garantirsi un ritorno economico continuo nel tempo.

Per queste ragioni è fondamentale che l’immobile risieda in località in cui siano presenti attrezzature e servizi che sostituiscano in modo funzionale quelli a cui si è abituati in città: occorre valutare il contesto in cui è inserito e la distanza rispetto al luogo di residenza e se è ben collegato con i servizi principali.


Photo by nostra pagina Pinterest


Le dimensioni della casa dipenderanno dal budget, in relazione alle necessità e al numero di persone che la abiteranno, compreso eventuali ospiti. In linea di massima possiamo affermare che un immobile confortevole ma non troppo grande avrà meno costi di mantenimento e potrà essere arredato in modo semplice, funzionale e confortevole.

Se l’appartamento si trova in uno stabile moderno occorre verificare la presenza dell’impianto di riscaldamento, del parcheggio (eventuale garage o posto macchina privato), la vicinanza alla spiaggia e la funzione distributiva interna. Quest’ultimo aspetto, grazie a un’attenta progettazione, ti permetterà di sfruttare al meglio i tuoi spazi, quand'anche fossero di dimensioni ridotte.

Photo by nostra pagina Pinterest


In una casa con diretto accesso alla spiaggia, con giardino o piscina, oppure in un appartamento che si sviluppa intorno ad un terrazzo interno, completamente rivolto verso il mare e progettato con ampie vetrate, l’ambiente interno e quello esterno si fondono lasciando entrare in casa il mare con le sue luci e i suoi colori. Per creare uno spazio che rispetti e valorizzi questa continuità tra indoor e outdoor rendendolo accogliente, pratico e personalizzato è bene affidarsi ai suggerimenti di un architetto che certamente saprà farsi guidare dall'atmosfera unica che le zone di mare offrono.

Photo by nostra pagina Pinterest


Partendo comunque dall’osservazione dalle cromie in cui la casa è inserita, possiamo con certezza affermare che il blu intenso e le sue declinazioni spesso accompagnate al bianco, ma anche l’avorio, il color sabbia e le sfumature del legno sono colori adatti per arredare la casa al mare. Nella zona living possiamo osare anche il rosso e il grigio. Il legno, laccato bianco o naturale, è il protagonista indiscusso degli arredi.

Anche la scelta dei tessuti merita un’attenzione particolare. Suggeriamo tessuti lavabili e naturali come il lino, la canapa, il cotone o la iuta, poco lavorati, in tinta unita, a righe spesse o sottili, oppure con fantasie stilizzate che rievochino l’ambiente del mare.


Photo by nostra pagina Pinterest













Per i pavimenti è preferibile un materiale che appaghi la vista ma che allo stesso tempo sia pratico e veloce nella pulizia e nell’asciugatura: il gres porcellanato opaco o il cotto chiaro e poroso possono essere una buona soluzione.

Photo by nostra pagina Pinterest


E’ altresì indispensabile scegliere infissi costruiti con materiali, ad esempio il PVC, ad alto isolamento termico e acustico e resistenti alla corrosione causata dalla salsedine. Le nuance chiare, bianco, beige, panna, sono decisamente preferibili e facili da abbinare ai colori degli arredi. Dal punto di vista estetico e della gestione dello spazio, le porte finestre scorrevoli rappresentano la soluzione ottimale perché permettono di vivere un ambiente unico in cui interno e outdoor dialogano tra loro, lasciando che il profumo del mare e del sole pervadano la casa.


CONSIGLI SULL'ARREDAMENTO DELLA TUA CASA AL MARE

Se dotata di ampi spazi esterni, ci trascorrerai sicuramente la maggior parte del tempo. Ti consigliamo quindi di corredarla di tutto quanto necessario per poterti godere la bella stagione e il bel panorama.

Ti abbiamo dato qualche spunto sui mobili da esterno nei precedenti articoli del nostro blog, nei quali potrai trovare qualche consiglio di decorazione e qualche idea di arredo e allestimento.

Sicuramente, se ne hai la possibilità perché la tua casa ha un bel terrazzo coperto oppure una bella pergola, potresti considerare di attrezzare questo spazio con una mini-cucina come quella che ti mostriamo qui sotto di @Fantin.

Photo by nostra pagina Pinterest


Sono monoblocchi con diverse soluzioni compositive in base alle tue necessità, realizzati in ferro trattato e proposti in un’ampia gamma di colori pastello. Se posizionati all'esterno dovrai accertarti che siano comunque ben protetti dalla pioggia e dagli agenti atmosferici: in questo caso sarà opportuno dotare l’area in cui posizionerai la mini cucina anche di un punto acqua e un collegamento elettrico per avere un piccolo lavandino e una piastra.

Photo by nostra pagina Pinterest


Questi monoblocchi sono molto utili anche per soluzioni di casa molto piccole: monolocali o dependance di case più grandi.

In questo caso, essendo posizionato all'interno potrai configurarlo anche con forno, lavastoviglie small e piccola piastra a induzione.

Photo by nostra pagina Pinterest


All'esterno non potrà mancare un bel tavolo per organizzare delle cene in compagnia, con il tramonto sullo sfondo. Anche in questo caso potrai scegliere tra uno stile più moderno e colorato, come quello di @kokmaison che vedi qui sopra, e uno stile più mediterraneo con materiali naturali e forme più sinuose, come quello che vedi qui sotto.

Photo by nostra pagina Pinterest


Per l’esterno non dimenticare le decorazioni: sono fondamentali per personalizzare il tuo spazio. I colori più adatti sono i toni del blu e dell’azzurro, il bianco, il sabbia e il color corallo; mescolati a elementi in materiale naturale (dal legno alla pietra).

Non tralasciare quindi la scelta dei tessuti prediligendo quelli in materiale più leggero e fresco come il lino e la scelta di soprammobili, centrotavola, candele e lanterne.

Considera bene anche l’illuminazione, che deve rispecchiare ed esaltare lo spazio e il panorama. In generale ti consigliamo di prevedere un’illuminazione più efficace per il tavolo durante le cene, abbinandola a luci più soffuse e rilassanti, che possano accompagnare i momenti di relax serali.


Photo by nostra pagina Pinterest


Un consiglio finale: se hai una casa di piccole dimensioni ma vuoi comunque avere la possibilità di ospitare qualcuno, prevedi di dotarla con un comodo divano-letto trasformabile, o di un arredo da cui ricavare un posto letto con facilità, come proposto nella soluzione che trovi sopra.

È fondamentale che questo complemento sia ben studiato rispetto allo spazio e sia di buona qualità affinché si possa trasformare con facilità, senza sforzo e velocemente.


Camilla Ornaghi e Arch. Roberto Bianchi


#orbitarchitettura #legoinorbita #casaalmare #architettura #design #ristrutturazione #arredo #interiordesign

OrBiTa S.r.l.

Sede Legale: Via San G. Cottolengo n. 32

20143 Milano
Ufficio: Corso di Porta Nuova n. 46B

20121 Milano
C.F. e P. Iva: 10564220969

M@il: info@orbitarchitettura.it

Telefono 02.87169561

  • Facebook - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle
  • LinkedIn - Bianco Circle
  • YouTube - Bianco Circle
  • Pinterest - Bianco Circle
130x28_white.png
badge86_25@2x.png
Archiproducts_Ambassador-Badge-Light.png