La tua cucina: tradizionale o a vista?


Se devi ristrutturare o arredare il tuo spazio, la #cucina è in assoluto la parte della casa a cui presterai maggiore attenzione e studio; del resto siamo italiani e la cultura del buon cibo, del buon vino e della convivialità non ci abbandona mai: che tu sia un grande cuoco oppure un amante del take-away, la cucina avrà sempre un’importanza fondamentale.

In realtà ci sono tanti motivi che eleggono la cucina a regina dell’arredamento: prima di tutto perché la sua configurazione è importante per conferirle un carattere più tradizionale o innovativo; poi perché ci sono innumerevoli scelte di finiture e accessori; infine perché generalmente è la prima parte che si sceglie e che detta un po’ lo stile di tutto il resto della casa.

Il suo costo è variabile e incide particolarmente sul totale delle forniture perché comprende il prezzo di una serie di #elettrodomestici utili e necessari: frigorifero, forno, lavastoviglie, microonde, …… che ormai non possono più mancare.

Abbiamo deciso di parlare della cucina negli articoli del nostro blog e nei nostri post di questo mese per approfondire gli aspetti più importanti, per darti qualche indicazione in più e qualche idea che potrebbe stuzzicare la tua fantasia.

La cosa fondamentale in fase di progetto è capire come potrebbe essere disposta e quanto spazio dedicarle, sia in base alle dimensioni della tua casa, sia in base a quello che ti serve. Un buon #progettista dedica con te ampio spazio alla fase di analisi e studio, perché è fondamentale per un risultato che ti soddisfi.

La disposizione della cucina va decisa e definita prima dell’inizio dei lavori perché, in base a quella, andranno posizionati gli impianti necessari: il lavello e la lavastoviglie hanno bisogno del punto acqua; tutti gli elettrodomestici hanno bisogno del collegamento elettrico a norma, i fuochi hanno bisogno del punto di allaccio del gas, se tradizionali o di una presa particolare, se con sistema a induzione.

Anche l’#illuminazione è fondamentale e andrà ben distribuita in rapporto alla disposizione di basi e pensili.

Quindi è importantissimo chiarire fin da subito la configurazione che più fa al caso tuo perché, una volta scelta e definita, sarà difficile o comunque oneroso un cambio di direzione.

Prima di parlare di configurazione della cucina bisogna scegliere se progettarla chiusa, in una stanza tutta sua, o a vista sul soggiorno.

Questa scelta è molto personale, va al di là dello stile ed è legata a ciò che ti è più utile.

Proviamo a capire insieme i pregi e i difetti delle due scelte.

Se parliamo di #cucinachiusa, intendiamo una stanza che la contiene, connessa al resto della casa tramite un passaggio porta. In questo caso la stanza dovrà avere una dimensione e dei rapporti aero illuminanti minimi, come indicato dai regolamenti vigenti nel tuo comune, pertanto lo spazio andrà definito secondo delle regole ben precise.

Ogni cucina che utilizza un sistema di cottura a gas deve presentare un foro di apertura che permetta l’areazione, come richiesto dalla normativa (non necessario in caso di cottura a induzione); è opportuno inoltre che le superfici di muro adiacenti alle lavorazioni siano rivestite con materiali lavabili, che potranno essere veri e propri rivestimenti a finitura muraria oppure schienali cucina posizionati a protezione del muro.

La cucina divisa consente di avere un ambiente unico e isolato, che contiene gli odori e permette di non lasciare a vista il disordine che spesso si crea in fase di preparazione e cottura dei cibi.

Se la stanza è adeguatamente grande è possibile prevedere anche un tavolo o qualche seduta perché sia possibile mangiare direttamente in cucina nel quotidiano.

Questa configurazione non è la migliore in caso di una cena con amici, perché mentre cucini devi continuamente congedarti dai commensali per recarti in cucina a finire le preparazioni o impiattare, dovendo in parte rinunciare alla loro compagnia e convivialità.

La #cucinaavista sul soggiorno genera uno studio totalmente diverso, cominciando dall'aspetto estetico.

Una cucina che condivide l’ambiente con il soggiorno deve avere uno stile omogeneo: colori, materiali e soluzioni stilistiche devono amalgamarsi con il resto, poiché sono proprio i suoi accessori ed effetti a caratterizzare tutto l’ambiente.

Cucina a vista, molto spesso, è sinonimo di #isola o #penisola, con materiali innovativi che la rendono scenografica e facile da pulire. Ti permette di cucinare i cibi condividendo con i commensali le loro fasi di preparazione e cottura, poiché chi cucina non è in una stanza diversa.

L’isola può strutturarsi anche con un bancone e qualche seduta per la colazione o spuntini veloci, mentre per pranzi e cene si può completare lo spazio con un bel tavolo, all'occorrenza allungabile.

A livello impiantistico e igienico vale quanto già detto per la cucina chiusa: serve un progetto iniziale per definire la disposizione di tutti gli elementi e organizzare al meglio impianti e illuminazione; inoltre, tutte le superfici in prossimità delle preparazioni dovranno essere facilmente pulibili.

Nella cucina aperta sul soggiorno è fondamentale la #cappa, che dovrà essere il più possibile potente ed efficace per ovviare agli odori. Se non ami strutture troppo imponenti ti consigliamo di optare per le cappe sotto piano, che si sollevano e si attivano ai lati o al centro dei fuochi durante la cottura.

Non è necessario avere spazi di grandi dimensioni per creare un bell'angolo cucina a vista: l’#Architetto, con un buon progetto e una buona analisi iniziale, può configurare una soluzione capiente, comoda, funzionale e scenografica, indirizzandoti verso nuovi materiali, accessori e #tendenze, tenendo anche conto di un eventuale #budget.

Sei indeciso e non sai scegliere tra una soluzione e l’altra? Di grande tendenza è anche la suddivisione della cucina dal soggiorno mediante vetrate fisse, mobili, con spazi di apertura, così da poter all'occorrenza suddividere l’ambiente e contenere gli odori.

Questa soluzione garantisce anche grande luminosità agli ambienti.

Qualunque sia la tua preferenza, ti sconsigliamo la soluzione “scelta e comprata” tipica delle grandi distribuzioni, perché spesso implica riadattamenti poco estetici che non rispecchiano le tue vere necessità. Al contrario, affidarti a un professionista ti consente di trovare la tua soluzione, dotata di tutti gli accessori e le caratteristiche per te fondamentali, con un buon rapporto qualità/prezzo e che sia anche piacevole e confortevole e soprattutto: progettata su misura per te.


Noi abbiamo stimolato la tua immaginazione… Ora tocca a te raccontare, aggiungendo un commento o provando a chiederci qualche consiglio.


#orbitarchitettura #legoinorbita #cucina #cucinaavista #architettura #design #ristrutturazione #arredo #interiordesign

OrBiTa S.r.l.

Sede Legale: Via San G. Cottolengo n. 32

20143 Milano
Ufficio: Corso di Porta Nuova n. 46B

20121 Milano
C.F. e P. Iva: 10564220969

M@il: info@orbitarchitettura.it

Telefono 02.87169561

  • Facebook - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle
  • LinkedIn - Bianco Circle
  • YouTube - Bianco Circle
  • Pinterest - Bianco Circle
130x28_white.png
badge86_25@2x.png
Archiproducts_Ambassador-Badge-Light.png